When: 2003 – 2010
Where: Milano
Hosts: ACACIA Art Collectors

Curated by: ACACIA Associazione Amici Arte Contemporanea

English translation available soon!

Invito è un progetto-mostra nato sin dall’inizio dell’attività dell’associazione ACACIA, fondata nel 2003 da Gemma De Angelis Testa con l’intento di sostenere e valorizzare l’arte contemporanea italiana.
L’evento prevede l’installazione di opere di giovani artisti (vincitori del Premio ACACIA) all’interno di spazi privati, le case dei soci, per interagire con la

loro collezione preesistente o semplicemente per far vivere lo spazio con una proposta di collezione di un giovane artista. Invito è realizzato in collaborazione con la fiera MiArt. Come riporta il comunicato stampa:
“Invito permette al pubblico di gustare pienamente l’esperienza di una mostra di giovani artisti, assaporando le opere con calma in un luogo suggestivo, valorizzando la personalità dell’artista e soprattutto in linea con la natura del collezionista, che si trova a pieno agio tra le mura domestiche”.

Invito 2003: Francesco Vezzoli, Patrick Tuttofuoco, Chiara Camoni, Gianni Caravaggio, Claudia Losi, Ottonella Mocellin e Nicola Pellegrini.
Francesco Vezzoli ha proposto una serie di ritratti, in un inedito dialogo con le opere di Michelangelo Pistoletto e Giulio Paolini presenti nella collezione privata ospitante.

Le opere di Gianni Caravaggio hanno invaso lo spazio della casa confrontandosi con la collezione di arte cinetica mobile.
Chiara Camoni ha impastato acqua e terra, plasmando il suo Adamo.
Claudia Losi ha presentato l’installazione Dopo il Danubio / le carpe del mercato / guardano gambe, un gruppo di dieci grandi pesci lunghi 180 cm l’uno, imbottiti, realizzati con coperte militari grigie. L’installazione s’ispira ad alcune carpe boccheggianti che l’artista ha visto in un mercato di Belgrado nel 1998, quando nella città si respirava una diffusa sensazione di soffocamento e di impotenza per gli avvenimenti del periodo. In questa casa le carpe si relazionavano perfettamente con i maestri tedeschi alle pareti della casa.

Mocellin e Pellegrini con Happy Together hanno espresso attraverso la metafora del gioco, inteso come attività di apprendimento reciproco, il senso della collezione intorno a loro.

Patrick Tuttofuoco è intervenuto in un atelier con l’opera Superstereo: ha creato ambientazioni spettacolari, luminose e cariche di energia, coinvolgendo il pubblico nell’azione performativa.

Invito 2007: Marza Migliora, Sabrina Mezzaqui, Paola Pivi
Marzia Migliora è intervenuta in una casa d’autore, progettata da Gio Ponti, con un’installazione inspirata alle dinamiche familiari, conflitti, relazioni
e ricordi.
Paola Pivi invece è ospitata in una casa che già conserva alcune sue opere, essendo di proprietà di un suo appassionato collezionista. Si percepisce una forte empatia tra collezionista e opere, in un’atmosfera domestica.
Sabrina Mezzaqui ha proposto, con il suo linguaggio incantato e raffinato, una serie di video poetici nella casa di una giovane coppia che colleziona principalmente installazioni audiovisive.

Invito 2009: Luca Trevisani, Francesco Gennari
Luca Trevisani ha installato Costellazione basculante, palloncini sospesi, nell’abitazione del collezionista Carlo Traglio.
Francesco Gennari ha presentato il suo Autoritratto come universo.

Invito 2010: Nico Vascellari
L’artista ha installato l’opera Nidi nel loft di Emilio Giorgi di ACACIA.